lunedì 2 giugno 2014

Forum PA 2014 la sessione di Luca Attias


Qualche giorno fa, c'è stato il Forum PA, il grande evento nazionale sulla pubblica amministrazione.

La sessione di Luca Attias, durante l'apertura del convegno è stata qualcosa di eccezionale, al punto che ancora oggi molti chiedono se è possibile rivederla.

Ebbene si, qui http://saperi.forumpa.it/relazione/attenta-alle-persone e qui http://innovatv.it/video/2884643/luca-attias/quale-pa-unitalia-pi-semplice-e-pi-giusta#.U4oVfnZkbqs trovate i video del suo intervento.

Una sessione bellissima, che invitiamo tutti di vedere.

Sapere che nella pubblica amministrazione c'è gente come l'Ing. Luca Attias, questo fa sperare in un paese migliore e di qualità.

Vogliamo ricordare che Ing. Luca Attias era presente alla confrenza tecnologica dello scorso 18 ottobre qui http://settecamini.blogspot.it/2013/10/porte-aperte-alla-tecnologia-il.html la notizia.




163 commenti:

  1. Secondo quanto riferisce oggi il Corriere delle Comunicazioni, sarà firmato domani il decreto di commissariamento dell’Agenzia per l’Italia digitale. Come anticipato ieri dallo stesso Corriere delle Comunicazioni, l’incarico di commissario sarà affidato ad Elisa Grande, un dirigente della Presidenza del Consiglio dei ministri. Sarà lei ad avere l'impegnativo task di sistemare i conti di tale ente e di gestire la selezione del nuovo direttore generale che sembra avverrà tramite bando. L’attuale direttore generale, Agostino Ragosa, è decaduto dalla carica a fine maggio a causa di inadempienze amministrative. Mi chiedo, e vi chiedo, è troppo bislacca, secondo la vostra opinione, l'idea che il nuovo DG dell'Agid sia proprio il nostro ing. Luca Attias ?!?! Perchè riflettendoci a me non sembrerebbe proprio una cattiva idea...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bello se Ing. Luca Attias è alla guida di questo ente, non solo è la persona giusta, ma sono certo che in pochissimo tempo si recupera quel gap che da anni il nostro paese deve rincorrere.
      Un paese che sotto l'aspetto tecnologico è molto arretrato.
      Quasi quasi contatto Elisa Grande.

      Elimina
    2. Non glielo consiglio ho avuto rapporti con l'AGID ed è una struttura allo sbando.

      Elimina
  2. L'ing. Attias ha appena pubblicato un post sul blog del Forum PA, invito tutti a leggerlo perchè è molto interessante

    RispondiElimina
  3. Una grandissima umiltà'!

    RispondiElimina
  4. Spero che tutti abbianocompreso il passaggio fondamentale in cui l'ing. Attias ha accostato le sperequazioni stipendiali all'assenza di meritocrazia. E' uno dei passaggi chiave e più drammatici dell'intervento perchè delinea un Paesedominato dallelobby e privo di qualsiasi valore etico. Nessuno mai prima aveva ftto unaosservzione simile. Se non si mette mano all'etic non si risolverà mai nulla.

    RispondiElimina
  5. Questo video https://www.youtube.com/watch?v=Qwg2smrBK5Y è grandioso, facciamolo diventare uno dei più clickati su youtube e vedrete che l'attenzione dell'opinione pubblica aumenterà.

    RispondiElimina
  6. certo che l'idea di trasformare Frankenstain Junior in Renzi è veramente eccezionale.

    RispondiElimina
  7. Ma qualcuno ha letto il Disegno di legge sulla riforma della PA.
    Se ne può dire tutto il bene e tutto il male ma a me appare chiaro se non altro che il Ministro Madia abbia ascoltato e preso appunti quando parlava l'ing. Attias.

    RispondiElimina
  8. Mi auguro sia veramente così.

    RispondiElimina
  9. Finalmente un professionista che dice delle cose vere e che propone delle cose giuste. Nel panorama della politica italiana era tanto che non si vedeva una persona così.

    RispondiElimina
  10. Ma è possibile scrivere direttamente all'ing. Attias, mi potreste fornire per favore il suo indirizzo email ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona,
      l'indirizzo di Attias lo puoi trovare facilmente su internet (basti inserire email Luca Attias ) tramite motore di ricerca.

      Però ti informo che Ing. Luca Attias, al momento sta ricevendo moltissime email, quindi risponderà brevemente proprio per la mole (oltre 2000 email) delle numerose richieste.
      Ciao e facci sapere.

      Elimina
    2. Non ci posso credere che risponda a tutti, quest'uomo è un santo !

      Elimina
    3. Ciao Gemma,
      non solo risponde, ma è una persona anche generosa, ha dato un prezioso aiuto alla nostra causa.
      Questa persona è speciale.

      Elimina
  11. Un dirigente generale che risponde a più di 2000 email di privati cittadini merita un monumento !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo è l'uomo giusto che può guidare il nostro paese.
      Speriamo presto che venga chiamato dal ministro Maida, perchè sarebbe un grave errore lasciarselo sfuggire.

      Elimina
  12. Emanuele, le scelte fatte dalla politica sfortunatamente nella maggior parte dei casi non si basano selle competenze. Speriamo che questa volta sia diverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea,,
      purtroppo quello che dici è vero, che oggi come oggi la politica non si basa sulle competenze, ma voglio sperare e credere che ci sia una grande eccezione.

      Elimina
    2. Non c'è dubbio che in qualsiasi altro Paese una persona di questo spessore e di queste capacità avrebbe incarichi molto più importanti e influenti rispetto ad essere il direttore generale dei sistemi informativi di un ente come la Corte dei conti.

      Elimina
  13. Hai proprio ragione Salvatore, la classe dirigente in Italia è scelta sulla base di appartenenze politiche. Comunque con il Governo Renzi mi sembra che qualcosina stia cambiando.

    RispondiElimina
  14. Ma sfortunatamente siamo in Italia !

    RispondiElimina
  15. Si può fare, facciamolo diventare lo slogan dell'anno e vedrete che poi i risultati arriveranno. Giriamo il link ad amici e parenti, postiamolo ovunque:
    https://www.youtube.com/watch?v=Qwg2smrBK5Y

    RispondiElimina
  16. è molto positivo che una persona così in vista sia anche molto interessata al sociale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nanni,
      si è qualcosa di bello, una persona che nonostante gli impegni, la famiglia, il lavoro, ed il ruolo che ricopre, trova il tempo per aiutare quelle realtà come la nostra, che si occupano di vero sociale, attività di volontariato. Non è facile migliorare un mondo con tanti problemi, senza aiuti, ma quando persone cone Ing. Luca Attias ci allungano una mano, per noi è energia nuova.

      Elimina
  17. La realtà da cambiare è tutta intorno a noi, ed è vero. Frequentavo un amico, ma oggi non più, che lavorava in una nota azienda ospedaliera della città di Roma. Essendo un dipendente pubblico si sentiva nel pieno diritto di appropriarsi delle proprietà dello Stato, ai danni nostri. Ricorrentemente si portava a casa interi scatoloni di canovacci, di cerotti, di garze e, spesso, anche scatole di medicinale che poi rivendeva ad amici e parenti... La realtà da cambiare è davvero tutta intorno a noi; il cambiamento deve essere di tipo culturale, definitivo. Non dobbiamo fare grandi rivoluzioni, dobbiamo partire dal correggere i nostri atteggiamenti quotidiani, un piccolo sforzo per un grande cambiamento.

    RispondiElimina
  18. Vedo che tra voi e l'ing. Attias si è instaurata una sinergia efficace e con il solo scopo di fare delle cose buone per il Paese senza alcun interesse personale. Complimenti e grazie perché in Italia non succede molto spesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Milena,
      con l'Ing. Luca Attias c'è un buon rapporto, ha capito l'importanza del nostro progetto, una persona che ha una visione ampia, insomma uno in gamba. Oggi come oggi, è difficile se non raro che la gente vede come sono le cose, soprattutto quelle genuine, un progetto che sta dando moltissimo, soprattutto a chi è escluso dalla società. Noi siamo per l'inclusione sociale, per il sostegno e vero volontariato.
      Per fortuna che ancora oggi in Italia ci sono persone come l'Ing. Luca Attias.

      Elimina
  19. 12 applausi e una standing ovation in 5 minuti di keynote al Forum della Pubblica Amministrazione e non una intervista su una testata giornalistica degna di questo nome, bah ?????????

    RispondiElimina
  20. i veri giornalisti oramai in Italia non ci sono più !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gregorio,
      sono pochi i giornalisti veri, ma ci sono.....

      Elimina
  21. Ho sentito in giro già un paio di dirigenti fannulloni che temono che alcune delle proposte di Attias abbiano attuazione e per questo cercano di screditarlo in tutti i modi possibili. Credo sia nostro dovere difenderlo da questi penosi attacchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ing. Luca Attias, merito tantissima ammirazione, di certo da parte nostra avrà un pieno e forte sostegno.

      Elimina
  22. Emanuele dobbiamo fare di tutto per far diventare questo video di Frankenstain-Renzi https://www.youtube.com/watch?v=Qwg2smrBK5Y il simbolo di una vera riforma della PA, diffondiamolo con twitter, whatsapp, facebook, linkedin e tutti gli altri social network e forse riusciremo ad ottenere un po' di attenzione dall'opinione pubblica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bruno,
      lo postato nella mia bacheca FB, presto anche in altri social network.
      Ottimo.

      Elimina
  23. Ottima idea Bruno !

    RispondiElimina
  24. Per chi fosse interessato segnalo anche queste altre interviste all'ing. Attias su youtube:
    http://www.youtube.com/watch?v=O_HkPeu5mLI
    http://www.youtube.com/watch?v=S1Iu8o8UG-A
    http://www.youtube.com/watch?v=QTCIH9AOv4w
    http://www.youtube.com/watch?v=EzooBgAyXGw

    RispondiElimina
  25. Un gruppo è un insieme di persone unite solitamente per il raggiungimento di un obiettivo comune e dirigere un gruppo, invero, non è impresa facile. Guidare un insieme di persone significa confrontarsi con tanta gente con profili personali differenti. Chi guida un gruppo deve essere in grado di far collaborare tutti, di mettere insieme le idee di ognuno per dare vita ad un’idea comune, che vada bene a tutti, e di insegnare a tutti che rispettare gli altri è alle fondamenta del gruppo stesso. A mio avviso chi dirige un gruppo deve avere quelle stesse qualità personali che, secondo Machiavelli, doveva avere un sovrano, non deve pertanto essere prepotente ed arrogante, ma allo stesso tempo non deve essere nemmeno troppo fragile. Deve possedere caratteristiche come: umiltà, semplicità, ma anche ottimismo ed entusiasmo. Un buon leader deve fare autocritica. Desidero ringraziare l'ingegner Luca Attias che ha reso possibile che tutto ciò si realizzasse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arnaldo,
      condivido pienamento il tuo pensero, quello che dici sulla gestione delle persone rispecchia in pieno il mio pensiero su chi deve guidare un gruppo, sul Leader. Ing. Luca Attias è un esempio per molti... anche per il mondo privato.

      Elimina
  26. Luca Attias dice sempre che la corruzione è il primo problema e ha ragione. Ha ragione anche Renzi: quando a commettere un reato come quello della corruzione è un politico o un magistrato, ovvero categorie di professionisti deputati a promulgare leggi e a farle rispettare, bisognerebbe parlare di "alto tradimento" nei confronti del Popolo e della Repubblica Italiani. Le pene dovrebbero essere a dir poco esemplari, come ad esempio il "daspo" dalla vita politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io però aggiungere al "Daspo" anche pene più severe, come restituzione di tutto quello che si sono appropriati coloro che commettono il reato, ed attività sociale (pulizie nelle case di riposo, aiuto ai disabili, etc) in questo modo si può fermare la corruzione.

      Elimina
    2. Concordo in pieno con la tua proposta Emanuele !

      Elimina
    3. Concordo con te Emanuele

      Elimina
  27. Consiglio la lettura di questo articolo che sembra riflettere l'Attias pensiero:
    http://www.agendadigitale.eu/infrastrutture/951_requiem-per-l-agenda.htm

    RispondiElimina
  28. Hanno nominato il nuovo direttore generale dell'AGID e purtroppo non è l'ing. Attias come molti speravano:
    http://www.corrierecomunicazioni.it/pa-digitale/28694_alessandra-poggiani-sara-il-nuovo-direttore-di-agid.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amanda,
      grazie per averci informato, anch'io speravo nella nomina dell Ing. Luca Attias

      Elimina
    2. Hanno nominato una persona che non sa nulla d'informatica ma che di fatto è un esponente politico del PD.

      Elimina
    3. Le nomine in Italia avvengono quasi sempre per appartenenza politica e non per meriti. Per far correre l'Italia è farla ripartire c'è bisogno che le cose cambiano, prima di tutto avere persone con Ing. Luca Attias e poi che tutti sono coscienti e preparati sulla drammatica situazione italiana. Mai essere disinformati..

      Elimina
  29. "Tutti i dipendenti pubblici si ritengono inamovibili, in un paese in cui l’inamovibiltà non esiste più, eppure la maggior parte si ritiene insoddisfatta"
    Possibile che abbiamo dovuto aspettare l'ing. Luca Attias per prendere coscienza di uno degli aspetti più importanti tra quelli che regolano la gestione delle risorse umane della Pubblica Amministrazione ? Possibile che nessuno ci abbia pensato prima ?

    Di cosa si sono occupati finora i Ministri della Pubblica Amministrazione ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa frase di Luca Attias è molto bella, e colpisce. Sono pochi ad dire le cose così come sono, ora però bisogna cambiare. L'Italia deve tornare paese leader mondiale, perchè ha le capacità per farlo.

      Elimina
    2. Sono d'accordo con te Emanuele e per questo consiglio a tutti di continuare ad alimentare con contributi costruttivi i blog targati "Luca Attias" sia sul blog Settecamini che su quello del Forum PA perché già ci sono diverse migliaia di persone e più siamo e più possiamo far sentire la nostra voce.

      Elimina
    3. Ho postato sul blog di Forum PA e continuerò a farlo, Luca Attias è un grande, è la salvezza di questo paese.

      Elimina
  30. Anche io seguirò il tuo consiglio Giordana.

    RispondiElimina
  31. Voglio fortissimamente ricordare a tutta la community la frase di Nelson Mandela, che Luca Attias ha brillantemente utilizzato quale conclusione del suo intervento al convegno ForumPA 2014: "Sembra sempre impossibile, finché non viene fatto". E' una lezione di vita !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ninetto,
      che ringraziamo. Il gruppo sta crescendo e presto daremo delle belle notizie, per Roma e per il sociale.
      Ciao Emanuele

      Elimina
  32. Alla fine del percorso di riforma il rapporto tra cittadino e PA sarà rovesciato e dunque la PA avrà il dovere di mettere online tutti i tipi di certificati e offrire ai cittadini la possibilità di scaricarlo o di riceverlo a casa entro 48 ore. È una rivoluzione copernicana.
    Matteo Renzi

    RispondiElimina
  33. Speriamo che Renzi mantenga le promesse. Dovrebbe ingaggiare l'ing. Attias nella sua squadra se vuole portare a termine le riforme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, Ing . Luca Attias darebbe un valore aggiunto alla incrediblie.
      Però non credo ai politici, sono tutti uguali purtroppo.

      Elimina
  34. Pare che il neo direttore dell'AGID Alessandra Poggiani, non possa essere nominata per mancanza di laurea. Non so se mi viene da ridere o da piangere. Se avessero nominato Luca Attias questi problemi non ci sarebbero stati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michele,
      la penso come te, anche se però come ho sempre sostenuto, ritengo che l'esperienza e competenze vadano oltre al titolo di studio. La guida di Agid l'avrei vista ad un grande uomo, quale appunto Luca Attias, ma come abbiamo visto, le nomine vengono sempre dettate dal partito. Questo però non ci deve rassegnare, ma continuare a sperare e impegnarsi sempre per un paese migliore, per un paese con gente meravigliosa come ing. Luca Attias.

      Elimina
  35. Troppe lobby e troppo potenti; non si andrà mai da nessuna parte, se non con infiniti compromessi. Che tristezza, anzi: che vergogna !!!

    RispondiElimina
  36. Se vuole veramente dare un contributo l'ing. Attias deve prendersi la tessera di un partito. Capisco che possa fargli schifo ma è l'unico modo per riuscire ad arrivare a certi livelli in Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulio,
      credo che per la prima volta, in Italia possiamo assistere ad un eccezione. Ing. Luca Attias ha tutti i requisiti per coprire certi posti e ruoli, e di certo tessera di partito o altro non gli servono. E' una persona speciale che ha conquistato con i fatti. Il problema dell'Italia e che non si cresce per via che ancora c'è politica, corruzione e soprattutto furbizia all'italiana, ma voglio sperare e credere in un futuro migliore.

      Elimina
  37. Ben detto Emanuele !

    RispondiElimina
  38. si può fare !!!!!!!!!
    grande Luca:
    http://www.youtube.com/watch?v=Qwg2smrBK5Y

    RispondiElimina
  39. La civiltà di un Paese si misura anche dal grado di digitalizzazione raggiunto.
    Non mi stancherò mai di ripeterlo. La digitalizzazione del nostro Paese passa per AGID e se non cambiano le cose fallirà come è fallita con l'AIPA, il CNIPA e Digit PA, indipendentemente dall'apporto della dottoressa Poggiani a cui va tutta la mia personale solidarietà.
    Resta inteso che secondo me l'unico che poteva cambiare le sorti dell'AGID era l'ingegner Luca Attias, ma questa è solo una mia personale opinione condivisa da qualche migliaio di persone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena,
      condivido pienamento quello che dici, un paese senza IT, senza tecnologia è un paese fermo, bloccato.
      Anche secondo me, ma penso anche per altri, che l'Ing. Luca Attias, poteva dare un vero cambiamento. Però voglio essere fiducioso, che le cose cambiano e che vedremo Luca Attias alla guida di Agid

      Elimina
    2. Spero tanto che tu abbia ragione e grazie della risposta !

      Elimina
  40. O ci si mette mano veramente all'AGID oppure tanto vale chiuderla. Ogni Governo che arriva sembra non sappia cosa è successo nel passato (AIPA, CNIPA, DIGIT PA NESSUN OBIETTIVO MAI RAGGIUNTO !).
    Luca Attias era l'unica speranza per questo ente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea,
      condivido pienamente il tuo pensiero.
      Tra l'altro, ho visitato questo sito http://www.aipa.it/ che poi riporta al sito Cnipa, che poi riporta al Digit.Pa e poi ... agid, insomma tante scatole cinesi... che italianetta

      Elimina
  41. Mi concentrerei e solleciterei tutti a concentrarsi anche sul titolo dell'intervento di Luca Attias. Per una PA attenta alle persone, attenta in primis ai cittadini, ma attenta anche ai suoi dipendenti e tra questi soprattutto a quelli che questa attenzione la meritano.
    Ma Attias ci insegna (integrando i contributi dei suoi diversi keynote) che al momento siamo molto lontani da una PA del genere e identifica nell'individualismo nella corruzione e nell'ignoranza (mananza di cultura) ciò che preclude qualsiasi tentativo per potersi avvicinare ad una PA di questa natura.

    RispondiElimina
  42. E come dice lo stesso ing. Attias finchè un post del genere non lo scriverà Matteo Renzi o Giorgio Napolitano, invece del bravissimo Ivan, non arriveremo mai da nessuna parte

    RispondiElimina
  43. Emanuele ma l'ing. Attias è veramente così umile come sembra ? Perché di persone umili a quel livello ce ne sono veramente poche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara,
      ho avuto il piacere di conoscere di persona Ing. Luca Attias, tra l'altro su un progetto sociale tecnologico di grande importanza nazionale, ho visto in lui una persona con tanti pregi, certo ogni uomo ha i suoi difetti, la perfezione come si sa appartiene solo a Dio. Non solo ha grandi competenze nel settore IT e nella parte gestionale, ma anche visione ampie, analisi e comprende subito certe importanze, insomma un uomo che vorremmo avere e vedere in ogni amministrazione. Oggi sappiamo tutti quanto il nostro paese paga una PA lenta, burocratica, e mal funzionante, e nelle parole, nel video di Luca Attias, mi sembra di trovare quella speranza e il "credo" che avevo da giovane all'età di 20 anni, una speranza che con il tempo è andata sempre più a perdersi.
      Ma da quanto ho conosciuto questa grande persona, ho capito che c'è ancora speranza e sviluppo per il nostro paese.
      Purtroppo L'Italia a differenza di altri paesi, ha un problema grosso, la politica, che ha un forte controllo, il furbetto italiano che vuole sempre fregare il prossimo, la corruzione, e la mafia politica (quest'ultima mi ci sono scontrato fino a qualche anno fa, e di cui Roma è terribilmente presa). tutto questo limitano il nostro paese, il quale potrebbe essere la prima potenza mondiale. Ma si sa, i nostri politici, prendono più dei politici europei e di altre nazioni.

      Elimina
  44. Grandissimo e condivisibile post Emanuele, Luca Attias sarebbe molto orgoglioso di te !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, per la stima, vedo speranza per il nostro paese.

      Elimina
  45. Per chi ancora non lo avesse mai fatto consiglio di rivedere tutte insieme le slide presentate da Luca Attias agli ultimi tre forum PA e di considerare il tutto parte di un unico progetto che ha nella completa riorganizzazione della PA orientata al cittadino che passa per la vera lotta alla corruzione, la vera digitalizzazione e la vera valorizzazione delle competenze l'obiettivo fondamentale.
    Non si può pensare di fare riforme se non si agisce su tutti i fronti contemporaneamente, è necessaria una vision a tutto tondo per coltivare la speranza.

    RispondiElimina
  46. Vi propongo un commento che ho già inserito nel blog del Forum PA e che ha avuto molto successo:
    Luca Attias al contrario di tutti gli altri che si occupano di digitale e che fanno migliaia di convegni tecnici l'anno ha il merito di averci insegnato che non si può affrontare i problemi tecnici decontestualizzando e non risolvendo gli altri problemi, con quello etico sempre al primo posto.

    RispondiElimina
  47. bellissimo commento !

    RispondiElimina
  48. Giusta osservazione Paolo, anche per questo l'ing. Attias è una persona unica.

    RispondiElimina
  49. Soprattutto quando Luca Attias parla di digitale non sembra essere interessato ai fatti suoi come avviene per tutti i politici !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certo che ing. Luca Attias, quando si occupa di digitale, e di tutto il resto lo fa per il prossimo con passione, professionalità ed amore.
      La politica è la rovina di questo paese, speriamo che la gente comprenda che servono veri uomini come appunto Luca Attias.

      Elimina
  50. Una lezione di vita come quelle che piacciono all'ing. Attias:
    http://camminiamoinsieme.agesci.org/renzi-litalia-e-in-route-ce-bisogno-di-rover-e-scolte/

    RispondiElimina
  51. Da ragazzo ho avuto un esperienza da scout e capisco molto bene quello che dice Renzi. Ritengo che il discorso si può facilmente radurre in quello fatto da Luca Attias nell'importanza della squadra. Oggi non sono importanti solo i capi scout per raggiungere l'obiettivo. Ma ogni singolo ragazzo deve essere valorizzato perché ognuno può e deve contribuire alla sua realizzazione. Riportato in termini di PA ritorna esattamente il discorso sulla squadra di Attias.

    RispondiElimina
  52. Guardate che proposta hanno fatto su questo blog.
    http://saperi.forumpa.it/story/68340/la-valorizzazione-delle-competenze-nella-pa-il-video-del-keynote-di-luca-attias
    La proposta è un po' ardita ma sta riscuotendo un successo enorme e i successivi commenti dimostrano anche che non è campata in aria.

    RispondiElimina
  53. Riporto qui un mio post che ho collocato sotto alla proposta di cui sopra:
    La tua proposta buttata li nel mucchio senza grandi velleità sta riscuotendo un successo notevole. Sarà forse perchè all'Italia serve un Presidente giovane per la prima volta ? sarà perchè serve un Presidente esperto di digitale per la prima volta ? sarà perchè serve un Presidente manager per la prima volta ? sarà perchè serve uno bravo nella comunicazione che sa parlare a tutti ma sopratttutto ai giovani per la prima volta ? sarà perchè serve qualcuno spendibile anche all'estero ? sarà perchè serve qualcuno fuori dallo star system e che dice la verità con semplicità ? sarà perchè serve uno onesto e che fa della lotta alla corruzione la sua prima battaglia ?

    Facciamo una selezione basata su questi requisiti, secondo voi quanti candidati escono fuori ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Umberto, credo che per l'Italia avere un presidente della Repubblica, Manager, con doti come Luca Attias sia il massimo oltre che qualcosa di speciale.
      I possibili canditati di certo non saranno politici (perchè serve esperienza, passione, amore per il paese, e doti) ma gente vera ed unica, non più di 8.

      Elimina
  54. Sono venuto a conoscenza del vostro lavoro leggendo i blog dell'ing. Attias e volevo farvi i miei più sinceri complimenti perchè rappresentate la parte buona di un Paese in grande crisi morale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauro,
      grazie tanto per l'apprezzamento per quello che facciamo.
      Un progetto che riteniamo molto importante sotto vari aspetti, sociale, tecnologico, lavoro e sviluppo.
      Grazie

      Elimina
  55. Come ho già scritto nel blog di Luca Attias, volevo farvi i complimenti per ciò che state facendo, capisco perché l'ing. Attias si è appassionato al vostro importante progetto

    RispondiElimina
  56. Ho visto che i tuoi commenti sono superapprezzati sui blog di Luca Attias. Complimenti Emanuele !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizio,
      mi fa piacere leggere tanto apprezzamento, ma spero un giorno non lontano, di vedere quell'Italia che tutti vogliono.

      Elimina
  57. Consiglio a tutti di leggere l'ultimo post inserito nel blog http://saperi.forumpa.it/relazione/attenta-alle-persone da parte di Il_galleggiante perché si tratta di una immagine di grande effetto realizzata da Luca Attias.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima segnalazione Gianna, qui http://saperi.forumpa.it/relazione/attenta-alle-persone#comment-1551741488 il commento di Il Galleggiante.

      Elimina
  58. E io consiglio invece di leggervi l'ultimo commento del IlMnemone che ha pubblicato una vecchia intervista a Luca Attias pubblicata sulla prima pagina de il Messaggero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lello, questo http://saperi.forumpa.it/relazione/attenta-alle-persone#comment-1553150478 è il commento di IlMnemone, bellissima davvero.....Grazie per la segnalazione.

      Elimina
  59. Luca Attias ha prodotto una quantità di materiale molto consistente su una serie di argomenti ma ciò che a me stupisce di più è che nessuno cerchi di copiarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il livello della dirigenza della Pubblica Amministrazione italiana purtroppo è così basso.

      Elimina
  60. Ad oggi la dirigenza pubblica fa acqua da tutte le parti. Non credo che la riproposizione del ruolo unico risolverà i problemi strutturali di cui parlano tutti ci vuole l'accetta come dice l'ing.Attias. Scelte semplici e radicali.

    RispondiElimina
  61. Nel Blog di Luca Attias i post di Emanuele stanno avendo un successo eccezionale, sono proprio contenta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura,
      gentilissima, Ing. Luca Attias è una grandissima e speciale persona, lo stimo e lo ammiro.

      Elimina
  62. Spero che Renzi, come ha promesso, riesca veramente a dimezzare gli arretrati della giustizia civile in breve tempo.

    RispondiElimina
  63. In questi giorni il Consiglio dei Ministri sta affrontando un argomento, a mio avviso strategicamente determinante per il futuro di questo governo: il "pacchetto scuola". I contenuti anticipati fanno pensare ad una svolta epocale. Poiché uno dei punti centrali dell'ultimo intervento di Luca Attias coinvolgeva il mondo della scuola credo che sia importante coinvolgere nella community dei blog targati Attias anche il personale della scuola (sia docenti che ATA) per avere una loro opinione e un giudizio di merito.

    RispondiElimina
  64. Ho visto che nel blog di Attias si affrontano spesso anche temi sociali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, anche nel sociale è molto attento, per questo viene apprezzato ha una visione ampia, l'Italia, si merita un Ing. Luca Attias in ogni ufficio della PA.

      Elimina
  65. Trovo quello che sta succedendo sui blog di Luca Attias del tutto straordinario. Spesso in altre esperienze le cose partite con grande entusiasmo o si sono esauriti senza che nessuno contribuisse più oppure ti scontravi con dei moderatori/proprietari del blog che non lasciavano crescere il blog in modo da sfruttare tutti i componenti che partecipavano. Ma quei blog sono straordinari. Prima di tutto perché l'argomento è oggi per forza d'interesse per tutti quelli che vivono la PA. E poi perché è tutto nato da un intervento di Attias che ogni volta che lo riguardo rimango sorpreso dalla forza e dal contenuto che è riuscito a condensare in 5 minuti.

    RispondiElimina
  66. Ho visto anche l'intervento del dottore sulla valorizzazione delle competenze.
    Vorrei ringraziare Luca Attias, il keynote è fantastico, semplice e comprensibile, efficace e tocca in dieci punti le colonne portanti di tutta la PA.
    Spettacolare che un Dirigente Generale affermi che un dirigente nella PA dovrebbe chiedere il cv; poi ci sono alcuni punti che davvero mi non possono non rimanere inpressi.
    Le competenze sono osservabili e la necessità instaurare un rapporto di lavoro con i propri collaboratori; se davvero il mio dirigente mettesse in atto soltanto uno di questi punti!!!
    Ma la frase migliore:
    Il leader migliore è quello che aiuta le persone di modo che alla fine loro non abbiano più bisogno di lui e anche "dare sfogo alla creatività delle persone"...
    Insomma proprio un bell'intervento!!!

    RispondiElimina
  67. Secondo voi chi le ha suggerite a Matteo Renzi certe cose ? Grazie ad Attias c'è ancora qualche speranza !
    http://www.corrierecomunicazioni.it/pa-digitale/29510_renzi-tanto-digitale-nella-buona-scuola.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anonimo,
      ottima segnalazione questa non la conoscevo. Bene bene.

      Elimina
  68. un saluto a tutta la community e i miei complimenti all'ing. Attias

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgia, ti segnalo questa http://settecamini.blogspot.it/2014/09/ragazze-tecnologiche-rendono-roma-smart.html novità

      Elimina
    2. Il link non mi si apriva ma poi l'ho trovato comunque. Ho letto che anche l'ing. Attias ha subito inserito un commento. E' stato molto gentile per uno con il suo ruolo.

      Elimina
  69. Siamo molto indietro ad altri paesi e l'utilizzo della tecnologia che facciamo in Italia spesso è fatto dagli adolescenti per chattare su facebook. Ancora un utilizzo maturo di queste tecnologie può migliorare. Pensate a tutti i moduli che emettono le amministrazioni ancora oggi cartacei e capirete a cosa mi riferisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te Stefano,
      oggi come oggi non c'è la cultura dell'informatica e molti credono di saper conoscere il computer, solo perché utilizzano Facebook. La PA poi andrebbe migliorata, non si può usare ancora il cartaceo.

      Elimina
  70. Per chiunque fosse interessato:
    http://capri.between.it/relatori-2014/

    RispondiElimina
  71. Mi sembra che l'ing. Attias voglia proprio bene alla community Settecamini

    RispondiElimina
  72. Scuola ed etica parole chiave per il futuro del nostro Paese, grande Attias.

    RispondiElimina
  73. La rivoluzione parte dalla scuola.

    Sembra una banalità e forse proprio per questo è stata sempre messa da parte, ma è proprio dalla scuola da cui si deve partire per avere la speranza di poter cambiare la nostra classe dirigente e far ripartire il paese.

    Il nostro è un sistema scolastico malridotto che finora ha continuato a funzionare solo grazie all'impegno di alcuni docenti "partigiani" che hanno portato avanti la loro missione cercando di far fronte giorno dopo giorno alle carenze strutturali, economiche e anche culturali di una classe dirigente che li ha volutamente abbandonati.

    Oggi forse qualcosa sta cambiando e sta venendo in loro aiuto una nuova consapevolezza. La scuola necessita di un salto evolutivo che coinvolga sia le infrastrutture sia gli schemi didattici.
    Occorre concepire nuovi spazi adatti ad accogliere gli strumenti necessari a quella che si può definire un'"IperDidattica", che sfrutti tutte le risorse disponibili nell'ormai pervasivo cloud; risorse che usiamo quotidianamente ma ciechi di fronte al loro reale potenziale. Sono strumenti che avrebbero anche il vantaggio di abbattere gli elevati costi che attualmente le famiglie sono costrette a sostenere per l'acquisto dei materiali didattici. Inoltre non si può prescindere dall'abbattimento del digital divide infrastrutturale che pone l'Italia agli ultimi posti per connettività e banda larga.
    Ma non servono solo le tecnologie, è necessario investire sulla formazione dei docenti, ma non perchè non siano pratici nel loro uso (forse usano Whatsap o Skype, forse scrivono nei forum/blog o curano qualche Wiki, ecc.), ma perchè devono essere educati ad un nuovo modo di fare didattica; abbandonare o riadattare i vecchi schemi alla nuova realtà, apprendere nuove forme di insegnamento, più aperte e collaborative. Devono diventare docenti del nuovo millennio, perchè il mondo intorno a loro è mutato e il modo in cui i ragazzi accedono alla conoscenza è cambiato.

    Servono soldi? Credo di si e probabilmente anche molti, ma è un investimento che non ci possiamo permettere di non fare, che ci permetterà di recuperare un gap economico e culturale che ci separa dal resto d'Europa.

    Servono solo i soldi? No, serve anche la volontà politica di percorrere questa nuova strada; serve una classe politica che sia sorda ai richiami delle "sireniche" lobby e che guardi ad un'Italia nuova, con nuove risorse, nuove professionalità e magari anche una nuova etica.

    Spero che quanto il nuovo governo propone di fare trovi attuazione.
    "Si! Può! Fare!"

    RispondiElimina
  74. Bellissimo post Giumbolo71 !

    RispondiElimina
  75. Quando si ricoprono cariche importanti non si possono per fini carrieristici personali raccontare frottole alla popolazione. Gli obiettivi debbono essere raggiungibili e nella quasi totalità dei casi in questi anni non lo erano affatto. Venivano raccontate delle favole sapendo già che erano tali.
    Complimenti a voi e all'ing. Attias perché siete diversi dai soliti politici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura,
      questo che noi crediamo, fatti e non favole, l'Italia negli ultimi anni è stata in preda a certi falsità, per questo ci auguriamo nel breve tempo che tutto ciò può cambiare in meglio.
      Grazie

      Elimina
  76. Ho saputo che Luca Attias sarà presente ad un importante convegno annuale presso Capri, sapete per caso se l'evento sarà trasmesso anche in streaming ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela,
      ecco qui http://capri.between.it/relatori/luca-attias/ l'evento.
      Non penso sarà trasmesso su streaming, ma chiedo.

      Ciao e grazie

      Elimina
  77. Che ne pensate della ribellione dei Magistrati alla minaccia di ridurre il numero delle ferie da 45 a 30 ?

    RispondiElimina
  78. Qui http://settecamini.blogspot.it/2014/09/intervista-luca-attias.html trovare l'intervista l'Ing. Luca Attias

    RispondiElimina
  79. Ma in tutto questo movimento: scuola digitale, banda larga, riduzione delle centrali acquisti, cloud pubblico, qualcuno mi spiega quale è il ruolo che si pensa di dare all'AgID ?

    RispondiElimina
  80. Emanuele perché non inserisci un post con il link all'intervista anche nei blog del Forum PA ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani lo farò Valdo, devo finire di validare altri commenti.

      Grazie Emanuele

      Elimina
  81. Io sono arrivato prima all'intervista e poi a questo intervento e debbo dire che il dott. Attias è un uomo affascinante e di una intelligenza non comune.

    RispondiElimina
  82. Se esistono persone così la Pubblica Amministrazione ha ancora qualche speranza.

    RispondiElimina
  83. Ma possibile che uno così non sia ancora Ministro. Abbiamo Maradona e lo teniamo in panchina, ma siamo matti ?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo stiamo in Italia, dove non si vedono le competenze ma le amicizie. Ing. Luca Attias for president.

      Elimina
  84. Dovrebbe scendere in politica, io lo voterei subito !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che Ing. Luca Attias non ha bisogno della politica, è troppo bravo. Comunque anch'io lo voterei.

      Elimina
  85. Non credo che lo farà mai secondo me quel mondo gli fa schifo.

    RispondiElimina
  86. Ho contato 12 applausi in 5 minuti, un fenomeno !

    RispondiElimina
  87. Ma quest'anno al nuovo Forum PA è previsto un suo intervento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgia,
      al momento non si sa nulla del Forum PA, è ancora presto. Appena avremmo notizie pubblichiamo. Continua a seguirci

      Elimina
  88. Finalmente il video di Luca Attias a Parigi
    https://www.youtube.com/watch?v=ja0o70RMtwE

    RispondiElimina
  89. Ma che notizie abbiamo circa l'eventuale presenza di Luca Attias al prossimo Forum PA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Sonia,
      al momento non sappiamo nulla sul Forum PA, appena abbiamo notizie, verrà data notizia.
      Grazie e continua a seguirci.

      Elimina
  90. Emanuele ci sono notizie sul prossimo Forum PA, ho visto che sul sito del Forum PA ne stanno parlando e hanno preso il motto di Luca Attias "si può fare" proprio come slogan di tutto il Forum. Facci sapere tu che sei amico di Luca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia,
      mi informo e vi faccio sapere.
      Grazie

      Elimina
  91. Spero che quest'anno gli consentano di parlare per più di 5 minuti a quel fenomeno di Attias.

    RispondiElimina
  92. diffondetelo il più possibile è per il bene di tutti noi
    https://www.youtube.com/watch?v=xWuRbvgyr3s
    e venite tutti al prossimo Foruma PA

    RispondiElimina
  93. Saremo in tantissimi e spero che venga anche qualche "nonno digitale" a sentire Luca Attias al prossimo Forum PA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta,
      penso che ci sarà qualche nonno digitale, non vediamo l'ora di gustarci ing. Luca Attias.
      Aspettiamo con piacre il Forum PA

      Elimina
  94. Al prossimo Forum PA credo che la community Settecamini dovrebbe organizzare un pullman per sostenere a gran voce l'ing.Attias. Se passano i messaggi di Attias ci guadageremo tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutti pronti e carichi. Tutti per l'Ing. Luca Attias.

      Elimina
  95. Qualche novità Emanuele sul prossimo Forum PA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicoletta,
      ancora non sappiamo nulla.
      Continuamo a seguirci speriamo nel breve di dare la bella notizia.

      Elimina
  96. Più persone andranno a vedere Luca Attias al Forum PA 2015 e più potremo digitalizzare il Paese.

    RispondiElimina
  97. Speriamo di trovare dentro l'uovo di Pasqua Luca Attias Ministro dell'Innovazione.

    RispondiElimina
  98. Ho letto che Luca Attias parteciperà al prossimo Forum PA, ne sai niente Emanuele?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio,
      si Luca Attias parteciperà al Forum PA, a breve daremo notizia.

      Elimina