martedì 7 aprile 2020

Portale sul parco delle Valli conoscere la biodiversità

Continuano gli aggiornamenti per il sito Parco delle Valli, un portale con il quale informarsi sulla biodiversità e le attività che vengono svolte.
Un sito che vuole promuovere questo bellissimo parco e riserva naturale.
Il sito è visibile qui http://parcodellevalli.blogspot.com/

domenica 5 aprile 2020

Corso gratuito di computer presso il centro anziani Villa Leopardi lezione 7

Si riporta la lezione 7 del corso gratuito di computer che l'associazione di promozione sociale Gli Amici Di Conca D'Oro - APS svolge presso il centro anziani Villa Leopardi http://concadororoma.blogspot.com/2020/03/corso-gratuito-di-computer-lezione-7.html



Prova 1)
    A)     Aprite il browser di navigazione.
    B)     Andate nel motore di ricerca www.google.it.
    C)      Cercate il sito delle biblioteche di Roma.
    D)     Aprite il sito delle biblioteche di Roma.
    E)      Nel vedere il sito registratevi alla newsletter.
    F)      Convalidate la registrazione.
   G)     Esercizio terminato.
Prova 2)
    A)     Aprite una nuova scheda.
   B)     Inserite nella barra degli indirizzi il motore di ricerca google.
   C)      Cercate il sito di Unieuro.
   D)     Entrate nel sito di Unieuro.
   E)      Scaricate il libro gratuito di cyberbullismo.
   F)      Esercizio terminato.

Prova 3)
   A)     Aprite una nuova scheda.
   B)     Nella barra degli indirizzi scrivete il motore di ricerca Google.
   C)      Cercate quebec canda.
    D)     Fate click sulla mappa che trovate a destra.
   E)      Ingrandite la mappa.
   F)      Trascinate l’immagine del pupazzo giallo nella mappa.
  G)     Spostatevi con il mouse per vedere i vari luoghi.
  H)     Esercizio terminato

giovedì 2 aprile 2020

Sito INPS in tilt per troppo accessi




Oggi parliamo di un caso molto scomodo e brutto per la Pubblica Amministrazione in ambito digitale.
Ieri, in occasione delle istanze per la richiesta delle indennità delle 600 euro dovute alla situazione Coronavirus il portale del sito INPS www.inps.it è stato visitato da numerose persone che ha provocato enormi problemi e soprattutto violato la privacy degli iscritti.
Due i problemi principali, il primo la difficoltà ad accedere al sito, il secondo molto grave sulla privacy, infatti accedendo con il proprio account veniva aperto la scheda di un'altra persona.
Quest'ultimo problema dovuto ad un codice di programmazione errato.

In tarda mattina l'ente pubblica blocca il sito, per tamponare il grave problema, che in una PA seria ed efficiente non si sarebbe dovuto verificare.

Perchè ci sono stati questi due gravi problemi?

La risposta è molto semplice, da una parte quella relativa alla gestione, l'iniziativa poteva essere attivo dalla mezzanotte così distribuendo il carico, tra curiosi ed altro, il secondo, tecnica più saggia quella di fare a scaglioni, ossia in base alle iniziali del cognome.

Questo per quanto riguarda l'aspetto gestionale.

Ma un vero sito istituzionale, dovrebbe funzionale anche con carichi di lavoro elevati per questo avrebbero dovuto rilasciare una versione che con vari test effettuati rispondeva a tale risposta.

Da una parte mancanza di coordinamento e dall'altra parte quella tecnica, cosa importante e che non si dovrebbe verificare.

Grave è stato anche la notizia di attacco hacker come sempre la politica trova alibi per la propria incapacità ed anziché fare una dichiarazione seria ed ufficiale, assegna ad hacker la colpa, subito smentita da alcuni di loro come riportato in questo sito https://twitter.com/Anon_ITA/status/1245363614061600769

Abbiamo provato anche oggi a fare il login con lo SPID, ma dava problema tecnici.

L'Italia sta dimostrando come la PA è inefficiente in ambito digitale, sono anni che c'è il digitale e queste cose non sono ammesse nel 2020, cosa che poteva accadere a fine anni 90.

Ci auguriamo che tutto cambi in meglio il prima possibile.









lunedì 30 marzo 2020

Pubblicato “La notte degli angeli”, il nuovo romanzo di Andrea Lepone





Andrea Lepone, giornalista e scrittore classe 1995, ha da poco pubblicato il suo primo romanzo, intitolato “La notte degli angeli”. Il libro, edito dalla Casa Editrice Aracne, narra le vicende di tre personaggi che, nell'arco di una notte, tentano di riscattare la propria vita, talvolta ricorrendo a scelte estreme. Un ragazzo, commesso in una libreria di giorno e malfattore al calar della sera, cerca di sopravvivere ai propri drammi interiori, nonché all'ennesima nottata fatta di violenze e soprusi, mentre una ragazza, cameriera afflitta da problemi economici, nonché da un difficile passato, attende una resa dei conti che appare inevitabile. Su di loro, incombe l'oscura figura di un potente boss della malavita, intento a fronteggiare quei sensi di colpa che per troppo tempo sono rimasti sopiti. Una vera e propria crisi di coscienza la sua, che però non gli impedisce di tentare il tutto per tutto per tirarsi fuori da una spigolosa situazione ed evitare di finire nelle mani della polizia. Complici, amici e confidenti fanno costantemente da contorno alla trama principale, ma in un mondo in cui nulla è come sembra, i tre protagonisti possono appellarsi solo alla propria determinazione, nella speranza di vedere una nuova alba. Sublime la scelta dell'autore di perseguire la strada della narrazione in prima persona; una minuzia che consente ai personaggi chiave di esprimere nel modo migliore possibile i propri dubbi, le proprie emozioni, che fungono da filo conduttore per l'intero percorso narrativo. La storia scorre piacevolmente pagina dopo pagina, sovente regalando al lettore qualche sorpresa inaspettata, oltre ad una serie di spunti di riflessione, di stampo esistenziale, quantomai attuali. C'è poi l'amore, il fine ultimo di tutte le cose, la vera ragione che spinge gli uomini ad andare avanti, indefessi e risoluti, la chiave di volta di un romanzo che non lascia spazio alla mestizia e al rimpianto, piuttosto si erge a paladino della libertà individuale, attraverso uno stile narrativo tutt'altro che essenziale, bensì accattivante e stimolante. Un plauso speciale va infine ai dialoghi, traghettatori superbi delle varie fasi narrative.








lunedì 23 marzo 2020

corso gratuito di computer lezione 6 del 1 febbraio 2020 presso il centro anziani Villa Leopardi da Gli Amici Di Conca D'Oro

Si riporta la lezione numero 6 del primo febbraio 2020 dell'associazione di promozione sociale Gli Amici Di Conca D'Oro - APS http://concadororoma.blogspot.com/2020/03/corso-gratuito-di-computer-lezione-6.html che svolge presso il centro anziani di Villa Leopardi.


Prova 1)
   A)     Aprite il motore di ricerca
   B)     Trovare il sito di ATAC
   C)      Calcolare il percorso da casa vostra  a Via Valsavaranche 29
   D)     Effettuate un zoom per vedere in dettaglio il percorso
   E)      Esercizio terminato
Prova 2)
    A)     Aprite una nuova scheda
    B)     Nella barra degli indirizzi scrivete il motore di ricerca google.it
   C)      Cercate Amsterdam
   D)     Fate click sulla mappa che trovate a destra
   E)      Ingrandite la mappa
   F)      Trascinate il disegno del pupazzo di colore giallo sulla destra nella mappa.
   G)     Visualizzate le varie vie della città.
   H)     Esercizio terminato


domenica 22 marzo 2020

Download ebook gratuiti Mondadori

Mondadori Store

Anche la casa editrice Mondadori scende in campo in questo brutto momento che sta vivendo l'Italia, con la possibilità di scaricare gratuitamente ebook in lingua italiana.
Tantissimi i libri messi a disposizione al quale gli utenti appassionati di vari generi possono scaricare.
Tanti gli argomenti.
Per sfogliare la lista dei libri visitate il seguente sito https://www.mondadoristore.it/eBook-italiani-gratis/gr-3046/

venerdì 20 marzo 2020

Autodichiarazione per il coronavirus ministero dell'interno approccio sbagliato

Ministero dell'Interno
Riprendiamo il tema Tecnologia Pubblica Amministrazione, oggi parliamo di un aspetto molto importante e che non si comprende tale errore da parte della PA.
Da una parte il nostro paese è primo per burocrazia e leggi, ma ancora oggi, soprattutto in questa situazione difficile, dove conta il mio alto numero di decessi a livello mondiale, non può fare certi sbagli.
Parliamo del modulo di Autodichiarazione del Ministero dell'Interno https://www.interno.gov.it/it per uscire dalla propria abitazione per un valido motivo in questo periodo nel quale tutto il paese è fermo per il Coronavirus.
In questi circa 30 giorni sono stati pubblicate ben due versione, di un modulo che ogni cittadino deve scaricare, stampare e compilare ed una volta che viene fermato dalle forze dell'ordine deve far vedere per comprovare che la sua uscita è per validi motivi.
Una prassi macchinosa ed inutile a livello del contesto che viviamo, i motivi sono tanti, il primo non tutti i cittadini hanno una stampante, il secondo il continuo stampare da parte di utenti (e nel caso che non possono sono le istituzioni a fornire la carta, bella trovata anche questa) il terzo motivo, sono i fogli che poi le forze dell'ordine devono gestire.
Insomma, davvero un modo di fare pessimo e che forse andava bene negli anni 30, in quei regimi (Italia, Spagna, Russia, etc) in cui si devono controllare le persone.
Ma cosa poteva fare l'Italia? e perchè gli altri paesi hanno utilizzato la tecnologia?
Proprio il caos, è una tecnica degli ultimi 10 anni, e che non stiamo a raccontare il perchè e cosa permette, ma evidenzieremo un aspetto importante.
Purtroppo qui si evidenziano gli errori e soprattutto la mancanza di serietà e preparazione di tutto un sistema, politico, dei tecnici (dipendenti pubblici) e aziende che al fianco delle istituzioni devono guidarle,essere il loro "Driver" ed invece si accontentano di fare quel pezzettino di codice quotidiano.
Certo non tutti i tecnici nelle istituzioni sono così, anzi ci sono alcune persone davvero preparate e volenterose che meritano di essere evidenziate, ma l'errore è grande.
Ecco perchè.
Il ministero doveva sviluppare una semplice App per smartphone, ora mai tutti hanno uno smartphone anche gli anziani. Questa app, sviluppata in soli 5 giorni (e non come il pezzo di carta che ci sono voluti giorni e giorni) l'utente se l'installava.
In questo modo nel server, nella parte centrale, il ministero controllava anche gli spostamenti, proprio come sta facendo ora la Lombardia (che ha capito in ritardo la gravità di uscire) e come ha fatto Corea e Cina. La Corea proprio con il tracciamento delle persone ha fermato il diffondersi del virus e permettendo anche una drastica riduzione di decessi,.
Quando le forze dell'ordine fermavano la persona, gli mostrata lo smartphone e tramite un codice univoco per ogni persona, le forze dell'ordine potevano sapere se l'utente sta dicendo il falso oppure la verità, se era appena uscito oppure no, e così via continuando.
I vantaggi sono tantissimi, più controllo, più risultato, meno costi per la carta, meno difficoltà di gestione, perchè un conto e gestire i pezzettini di carta ed un conto il digitale (avere tutto sul cellulare) e soprattutto limitare il diffondersi,.
Ed invece no, meglio usare e continuare a fare azioni che non portano a nessun risultato, soprattutto sollevando dubbi.
Oggi 20 marzo 2020, l'Italia è al mondo con il più alto numero dei decessi, un prezzo che pagheremo caro, anche per la stagnazione ecomica che ne consegue. Ancora una volta il nostro bel paese, che forse non lo è più, poteva dimostra al mondo di essere una grande potenza ed invece ha dimostra che siamo un paese inefficiente, incompetenti e di persone stupide che nonostante ad una grave situazione la gente continua a fare come gli pare, fregandosi delle regole e soprattutto imporre il proprio modo di essere e fare, con il risultato che oggi abbiamo superato anche la Cina per decessi.

Oggi l'Italia piange le sue vittime, per colpa di quella stupidità dei cittadini e mancanza di professionalità e serietà istituzionale. Un prezzo altissimo, e che sia di lezione a tutto l'Italia.
Dispiace, ma il dolore è alto.




lunedì 16 marzo 2020

Lezione 5 del corso gratuito di computer realizzato dall'associazione Gli Amici Di Conca D'Oro - APS presso il centro anziani Villa Leopardi

Si riporta l'esercizio 5 del corso gratuito di computer che l'associazione di promozione sociale "Gli Amici Di Conca D'Oro - APS" http://concadororoma.blogspot.com/2020/02/corso-gratuito-di-computer-esercizio-5.html svolge presso il centro anziani Villa Leopardi.

Prova 1)
   A)     Aprite il browser di navigazione
   B)     Entrate nella vostra posta elettronica
   C)      Scrivete una email a emanuelemattei@dominio.it
   D)     Inviate l’email.
   E)      Esercizio terminato
Prova 2)
   A)     Aprite il programma di video scrittura per scrivere una lettera.
   B)     Scrivete una proposta o un problema del vostro quartiere
   C)      Salvate sul desktop il file con il nome “Lettera”
   D)     Chiudete il programma di video scrittura
   E)      Aprite il browser per navigare in internet
    F)      Andate nella vostra posta elettronica
   G)     Mandate una email al vostro professore al seguente indirizzo emanuelemattei@dominio.it  allegando il file appena creato, e mettendo come oggetto “Lettera con allegato”.
   H)     Inviate l’email.
    I)        Esercizio terminato

Provate 3)
   A)     Cercate sul motore di ricerca google la città di Sydney
   B)     Tra i vari risultati fate click sulla mappa
   C)      Ingrandite la mappa
   D)     Trascinate il pupazzo giallo che trovate in fondo al video sulla mappa
   E)      Girate la città

   F)      Esercizio terminato

domenica 15 marzo 2020

EBOOK GRATIS PER L'EMERGENZA

Gallucci editore


In questo momento di emergenza e dolore per il nostro paese, la Gallucci Editore, scende in campo offrendo anche lei un prezioso contributo alla collettività, con la possibilità di scaricare gratuitamente dei ebook.
Sperando che questo periodo termini presto, in questi giorni, bambini ed adulti a casa potranno leggere qualche buon libro, qui https://www.galluccieditore.com/ebookgratisperlemergenza/ i libri messi a disposizione per il download gratuito e maggiori informazioni.

giovedì 12 marzo 2020

Solidarietà digitale la tecnologia in aiuto all'Italia

Una bella iniziativa quella del neo ministero della Tecnologia che ha realizzato da pochi giorni un portale con il quale i citatdini possono aderire a dei servizi e prodotti tecnologici in questo momento di difficoltà.
Il sito Solidarietà digitale, qui il sito  https://solidarietadigitale.agid.gov.it/  offre una serie di servizi ed opportunità validi in questo periodo per la problematica del virus Corona.
Alcuni servizi come la PEC per un anno sono molto interessanti.
Nei prossimi giorni il paniere dei prodotti potrebbe aumentare.
Complimenti al nuovo Ministero della Tecnologia, che davvero offre interessanti iniziative sociali.

martedì 10 marzo 2020

Coronavirus e l'evidenzia di una Pubblica Amministrazione fallimentare con la mancanza del digitale, la verità che è emersa

In questi giorni si sente parlare molto del pericoloso virus arrivato dalla Cina (con furore come direbbe qualcuno) che sta mettendo in crisi l'esistenza delle persone, portandole nel panico facendo razzia di amochina, mascherina ma soprattutto nella notte saccheggiare supermercati.

Un virus che ha di forte la capacità di attaccare in maniera esponenziale e soprattutto con facilità, sembra proprio un'arma biologica.
Ma sta rivelando un aspetto che nessuno ad oggi, proprio nessuno ha notato, come l'Italia, il ben paese (una volta, oggi molto meno) soffre di quella incapacità di superare questo semplice e piccolo problema che ha inginocchiato il nostro paese e che per anni economicamente ne risentiremo.
Due aspetti ha messo alla luce e che nessuno ha capito, il primo la mancanza di digitale nel nostro paese soprattutto nella PA e la seconda la sanità.
Digitale:
Sul primo punto, se il nostro paese era già pronto con servizi digitali nella PA, oggi non avremmo difficoltà, invece proprio perchè tutto funziona ancora con carta e penna, che bisogna andare in ufficio pubblico consegnare il foglio compilato e firmato, dove con il digitale tutto questo non era possibile e bene, oggi paghiamo il prezzo.
Con il digitale oltre a ridurre le distanza avremmo anche il vantaggio di avere meno costi, e soprattutto pratiche più celeri.
Ecco, oggi il virus evidenzia questo, come molti dipendenti sono a casa, alcuni tra l'altro senza l'adeguata attrezzatura (un bel regalo per alcuni, che approfittando di ciò, potranno godersi la casa, naturalmente pagati). e quindi con costi per il cittadino ed impresa, e soprattutto con attività e servizi fermi e rallentati, comportando in questo modo un forte rallentamento del nostro paese.
Se invece da anni si usava il digitale nella PA tutto questo non aveva impatto ed oggi continueremo ad utilizzare i servizi della Pubblica Amministrazione senza problemi tutto quanto continuano come se non fosse nulla e soprattutto le pratiche facevano il loro corso, ed invece ora tutto rallenta e si fermerà irrimediabilmente.
Sanità:
Sul fronte sanità, il problema non è dovuto perchè riguardava la salute delle persone, ma l'innefficienza dovuta a due fattori.
Se avevamo un sanità forte ed attrezzata, questo virus, era una passeggiata, anzi nemmeno si sentiva parlare ed invece lo paghiamo a duro prezzo perchè?
Il primo punto è la mancanza di investimenti e fondi, fondi troppo pochi e quei pochi, come sempre nella PA utilizzati male, gestione fallimentare delle promozioni, (che ancora oggi andiamo avanti con la tessera di partito con direttori e responsabili che non hanno la giusta competenza) scarsi fondi per tenere alto il livello sanitario com'era 20 anni fa, meritocrazia non adeguata, perchè di personale bravo che meritava e merita di ricoprire cariche c'è ne, ma che per vari fattori (partiti, clientelismo, etc) non è stato "scelto", e soprattutto aprire e non chiudere come fatto nel Lazio (ben 16 ospedali) ospedali.
Sul fronte sanità c'è anche l'aspetto digitale, e già, perchè la sanità digitale in Italia manca, e c'è tantissimo da fare, ricordiamo che con una sanità digitale non solo si riducono i costi (ben del 40% ) ma si migliora il servizio, comportando in questo modo investimenti in altre aree (come per esempio ricerca) per questo oggi l'incapacità di non avere una sanità digitale è il prezzo più alto che paghiamo.
Altra cosa sul digitale in Sanità è il fascicolo sanitario o cartella clinica, il tutto centralizzato.
Immaginate di avere un grande computer (per esempio al ministero) nel quale all'interno di un programma e database ci sono tutte le informazioni cliniche di ogni persona che è stata visitata in Italia (anche straniera) come per esempio allergie, gruppo sanguino, le visite che ha fatto nelle ASL o ospedali, interventi fatti, insomma tutto di tutto da quando è nato ad oggi. Immaginate che per ogni visita, ogni intervento, viene subito informato il medico di famiglia. Immaginate che per ogni analisi che viene fatta sia nel privato che nel pubblico, questa viene salvata in modo da avere uno storico da quando è nato ad oggi, in modo che anche a distanza i anni si vede se il valore è cambiato oppure costante.
Ecco, questo serve. Una parte centrale, che può essere consultata dai medici, ospedali ed ASL e dove anche le aziende private, possono trasmettere (anche tramite api del programma) le informazioni della visita, per poi essere consultate da chi di dovere.

Questo serve all'Italia, questa è sanità.

Ma noi stiamo ancora a carta e penna, ed oggi paghiamo un prezzo troppo alto, un prezzo dall'incapacità di politicitecnici ed aziende che con appalti non sono riusciti a lavorare bene, e che per un virus ogni giorno si bruciano miliardi di euro e si rallenta la capacità produttiva del nostro paese.


Tutto questo sarà un danno economico per tutti.

Il ministero della tecnologia.
Spero che questo messaggio, arrivi soprattutto ad un Ministro, quello della tecnologia, perchè proprio queste lacune hanno ferito il nostro paese, che poteva essere una "passeggiata" come si dice a Roma, ed invece oggi e per diversi anni ne pagheremo le conseguenze di un virus che la gente ci scherza.
Noi come sempre offriamo gratuitamente la nostra professionalità, anche indicando l'architettura di una giusta ed adeguata infrastruttura digitale per la sanità digitale, ma le istituzioni devono fare la loro parte, devono adesso capire che non c'è più tempo di aspettare (e qualcuno direbbe di magnare).


Che sia di lezione:
Che questo virus, sia di lezione a molti italiani, che comprendono di fare acquisti degli ottimi prodotti made in Italy, ossia prodotti realizzate da aziende italiane in Italia, che solo la grande qualità unica che noi veri italiani disponiamo garantisce prodotti che durano e soprattutto che non portano problemi al paese, acquistare "italia" vuol dire anche garantire lavoro, economia, sviluppo, crescita. Ma se bisogna risparmiare quei 5 o 10 euro, che poi acquistando un vestito o prodotto elettronico che dopo un anno si butta, quando quello italiano dura anni, allora dov'è il risparmio? Sveglia italiano, ti trovi nel paese migliore ma non lo rovinare
Sulla sanità, che l'italiano comprenda anche che è l'unico paese al mondo ad offrire tanto e che può diventare ancora una volta il modello mondiale, per questo investiamo nella sanità, nel digitale della sanità, e soprattutto riduciamo quei posti pubblici e costi della politica a favore della salute che dev'essere al primo posto.
Se l'italiano penserà sempre a ragionare da stupido, allora pagheremo sempre il prezzo che stiamo pagando oggi. Tutto questo si poteva evitare, tutto questo non sarebbe successo se l'italiano era attento.

giovedì 5 marzo 2020

Lezione 4 del 30 novembre 2019 del corso gratuito di computer presso il centro anziani Villa Leopardi

Si riporta la lezione 4 del 30 novembre 2019 del corso gratuito di computer che si tiene presso il centro anziani villa Leopardi, organizzato dall'associazione di promozione sociale "Gli Amici Di Conca D'Oro - APShttp://concadororoma.blogspot.com/2020/02/corso-gratuito-di-computer-lezione-4.html .


Esercizio 1)
    A)     Tramite il motore di ricerca google cercate la città Parigi
    B)     Tra i risultati, fate click sulla mappa
    C)      Ingrandite la mappa
    D)     Trascinate in un qualunque punto della mappa il pupazzetto giallo
    E)      Girate per le vie della città con Google Street
    F)      Esercizio terminato

Esercizio 2)
    A)     Tramite il motore di ricerca google cercate il sito istituzionale Regione Lazio.
    B)     Tra i vari risultati fate click sul sito della della Regione Lazio
    C)      Tra le vari voci, cerchiamo quello relativa alla prenotazione delle visite mediche
    D)     Entrate nella pagina e simuliamo di richiedere una visita medica
    E)      Esercizio terminato

Esercizio 3)
   A)     Aprite il motore di ricerca Google
   B)     Cercate il sito del Il messaggero
   C)      Tra i vari risultati fate click su quello del giornale
   D)     Leggete le notizie
   E)      Aprite una nuova scheda
   F)      Digitate nella barra degli indirizzi il motore di ricerca google
   G)     Cercate il sito La Repubblica
   H)     Tra i vari risultati fate click su quello relativo al sito della Repubblica
    I)        Esercizio terminato

Che cos’è la cronologia?
   A)     Un sito del ministero della salute
   B)     La possibilità di vedere gli ultimi siti visitati
   C)      Sapere quanto tempo abbiamo passato online
Che cosa sono i Preferiti?
   A)     La possibilità di salvare sul browser i siti che desidero
   B)     La possibilità di accedere con un solo account ai siti istituzionali
   C)      Una funzione del browser per navigare più velocemente.

domenica 1 marzo 2020

Sito del parco delle Valli

Un portale con il quale conoscere la biodiversità di questa riserva naturale, che va protetta per la sua importanza.
Il sito visibile qui http://parcodellevalli.blogspot.com/ riporta informazioni utili del parco delle Valli, una riserva naturale nel quartiere Conca D'Oro, dove sono riportate informazioni utili e gli eventi che l'associazione di promozione sociale "Gli Amici Di Conca D'Oro - APS" organizza.

lunedì 24 febbraio 2020

La trasformazione digitale della PA in Italia



Un bellissimo articolo quello scritto da  Paolo De Rosa, Luca Attias, Francesco Paorici che fornisce una visione chiara e completa dell’attuale situazione in Italia sul digitale nella Pubblica Amministrazione, ma soprattutto che fornisce interessanti indicazioni di azioni da adottare da qui ai prossimi mesi per rendere il nostro paese competitivo ma soprattutto superare i limiti che oggi con la mancanza o errato uso del digitale ha comportato.
L’articolo fornisce al lettore quella visione che in pochi conoscono.
Complimenti agli autori dell’articolo per l’ottimo articolo.
Per leggere l’articolo visitate il seguente sito https://medium.com/blog-per-la-trasformazione-digitale/inizia-la-rivoluzione-cloud-la-strategia-per-le-infrastrutture-digitali-della-pubblica-eddcd0a8e3f8

domenica 23 febbraio 2020

Sito Api Romane APS

Per la rubrica Siti di quartiere, oggi parliamo di Api Romane, un'associazione di promozione sociale di Roma, che si occupa di api ed api coltura.
Con APS Gli Amici Di Conca D'Oro hanno organizzato un corso gratuito di costruzione arnia nel mese di febbraio 2020.
L'associazione si trova in zona Garbatella ma è attiva in tutto il territorio romano.
Il sito è visibile qui http://www.apiromane.org/

giovedì 20 febbraio 2020

Corso gratuito di computer lezione 3 del 9 novembre 2019 da Gli Amici Di Conca D'Oro presso il centro anziani Villa Leopardi

Si riporta l'esercizio 3 del corso gratuito di computer che si tiene presso il centro anziani Villa Leopardi che l'associazione di promozione sociale "Gli Amici Di Conca D'Oro - APS" ha organizzato http://concadororoma.blogspot.com/2020/02/corso-gratuito-di-computer-lezione-3.html .



Prova A)
   A)     Aprite il browser di navigazione.
   B)     Andate nel sito youtube per i video.
   C)      Cercate una canzone che vi piace e selezionate il video che vi interessa, copiatelo (tasto destro copia).
   D)     Aprite una nuova scheda
   E)      Entrate nella vostra posta elettronica
   F)      Create un nuovo messaggio di posta elettronica mettendo come destinatario il vostro indirizzo email, come oggetto il testo “Video della mia canzone”.
    G)     Nel corpo scrivete il testo “Questo è il video che ho trovato” ed inserite (incollate) il video (tasto destro incolla) ed inviate email
   H)     Nella email che ricevete inoltrate a emanuelemattei@dominio.it
   I)        Esercizio terminato

Prova B)  
   A)     Aprite il browser di navigazione
   B)     Tramite il motore di ricerca google cercate il sito di atac
  C)      Aprite il sito dell’Atac e cercate come arrivare da casa vostra a Viale della Tecnica 105
   D)     Visualizzate il percorso.
   E)      Esercizio terminato

Prova C)
   A)     Aprite il browser di navigazione
   B)     Tramite motore di ricerca google cercate Sandro Pertini
   C)      Tra i risultati cercate quello dell’enciclopedia Wikipedia
   D)     Aprite il sito e leggete il sito
   E)      Esercizio terminato

lunedì 17 febbraio 2020

Il capo del nuovo dipartimento per la trasformazione digitale Luca Attias fa il punto della situazione

Il capo del nuovo dipartimento per la trasformazione digitale della presidente del Consiglio,  Luca Attias, dopo aver terminato il suo incaricato di commissario sempre in ambito digitale per la PA, in un nuovo articolo spiega le iniziative in campo che il dipartimento è pronto a lanciare o già avviato e soprattutto della situazione in Italia.
Nell’articolo, viene anche evidenziato come in Italia abbiamo una forte carenza dell’uso del digitale e soprattutto come in Italia c’è un forte analfabetismo.
Con la nascita anche del nuovo Ministero proprio riguardante la tecnologia, c’è grande speranza per il bel paese, da una parte si spera che la PA cambia volto, e quindi offra servizi sempre più funzionanti e facili da utilizzi con interfacce amichevole, ma dal tempo stesso una PA che con la tecnologia snellisce le pratiche burocratiche, proprio l’elemento che caratterizza il nostro paese e che lo rallenta se non lo ferma. Altro scenario che ci si aspetta con la nascita del nuovo ministero è quella della cultura digitale, che nessuno resti indietro e soprattutto che l’informatica sia accessibili a tutti, nessuno escluso.
Un bellissimo articolo quello dell’Ing. Luca Attias, che invitiamo a leggere e soprattutto attendiamo con piacere il suo prossimo intervento al pubblico.
L’articolo è consultabile qui https://www.linkiesta.it/it/article/2020/02/14/luca-attias/45428/

domenica 16 febbraio 2020

LEGGE BILANCIO 2020: MISURE FISCALI E NOVITA' SU PENALE TRIBUTARIO E APPALTI al Tecnopolo

Seminari su Legge di bilancio 2020 e Nuovo Codice Crisi d’Impresa –  20 febbraio e 5 marzo 2020 h. 15.00 


Tecnopolo Tiburtina riparte in questo 2020 con un nuovo evento http://www.tecnopolo.it/seminari-leggefinanziaria2020-codicecrisiimpresa/ molto bello ed interessante sulla legge finanziaria 2020.

L'evento è gratuito ed aperto a tutti, ed è molto interessante soprattutto per imprenditori, aziende, liberi professionisti e PMI.

Qui di seguito il comunicato stampa con tutte le informazioni sull'iniziativa ed il sito dove registrarsi per poter partecipare.



Tecnopolo S.p.A., in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma, organizza due incontri per le imprese, il 20 febbraio e il 5 marzo ore 15.00 (registrazione partecipanti h. 14.30), dedicati rispettivamente a:

• Legge di bilancio 2020. Si parlerà di agevolazioni fiscali e incentivi a supporto delle imprese nonché delle principali novità in ambito penale tributario ed appalti. La Legge Finanziaria 2020, entrata in vigore il 1° gennaio scorso, introduce infatti agevolazioni fiscali e per il lavoro dedicate alle imprese, misure e politiche anti-evasione, flat tax e nuove misure 4.0 per stimolare nuovi investimenti e nuovi adempimenti per committenti ed aziende appaltanti.

Agenda Seminario


• Codice sulla crisi d’impresa e relativi obblighi per gli imprenditori. Approfondimento sulla riforma delle procedure concorsuali per una diagnosi precoce dello stato di difficoltà delle imprese, sugli strumenti e sugli indici a disposizione per la rilevazione tempestiva dei segnali di crisi d’impresa. Obbligo di nomina degli organi di controllo.

Agenda Seminario


La partecipazione ai due seminari è gratuita.
Per maggiori informazioni: Tecnopolo S.p.A. – Tel. 06 41293531 – Servizi e progetti per le imprese - comunicazione@tecnopolo.it