giovedì 21 aprile 2016

Cittadini attivi, la grande famiglia sempre unita

Da alcune settimana seguiamo con piacere la rubrica di Cittadini Attivi, che di volta in volta pubblicano articoli in ambito di PA.
Alcuni di loro li conosciamo di persona, altri invece frequentando il blog di Luca Attias  http://www.forumpa.it/expo-2014/quale-pa-per-unitalia-piu-semplice-e-piu-giusta/per-una-pa-attenta-alle-persone .
Riteniamo che oltre alle elevate competenze tecniche ed attitudine lavorativo,  hanno grandi dote umane, come hanno dimostrato in questo articolo https://www.key4biz.it/cittadini-attivi-il-nostro-ricordo-di-fausto-de-felici/157250/ .
Ho avuto modo di conoscere Fausto, o meglio per quel poco che ho potuto, e la notizia della mancanza improvvisa è un dolore grande.
Oggi è raro trovare persone come lui, che nel lavoro ci mettono, amore, tenacia, costanza e soprattutto fare squadra, in una Pubblica Amministrazione, che tutti quanti conoscono, era una vera eccezione.
Ma sull’esempio di Fausto che speriamo in molti (sia nella PA che nel privato) ne traggono come modello da seguire, perché la sua mancanza si farà sentire, ma soprattutto la persona, un grande esempio e modello.

Fausto, non sarai mai dimenticato…….

5 commenti:

  1. “Di fatto se la scuola, la sanità e, più in generale, l’amministrazione pubblica funziona e, in non rari casi con risultati d’eccellenza, è perché chi si occupa della gestione delle risorse umane pone al centro della sua attenzione le persone quali elementi propulsori del buon governo.” Fausto De Felici
    Se la PA italiana un minimo ancora funziona è perché ci sono persone come Fausto De Felici

    RispondiElimina
  2. Fabio Cristofari22 aprile 2016 08:02

    Grazie Emanuele, grazie davvero ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabio, ma il grazie lo devo a Fausto, un grande esempio.

      Elimina
  3. Grazie a Fausto per tutto ciò che ha fatto.

    RispondiElimina