domenica 7 giugno 2015

Slide e presentazione Luca Attias e la sua squadra al forum PA 2015.

Qualche giorno fa, abbiamo parlato della sessione dell’Ing Luca Attias e della sua squadra, al Forum PA 2015 qui http://settecamini.blogspot.it/2015/06/tra-etica-digitale-e-follia-fare.html la pagina.
Per chi è interessato al materiale qui http://saperi.forumpa.it/story/115688/italia-ce-unemergenza-digitale-inconsapevole e qui http://www.innovatv.it/video/3000418/marianna-madia/forum-pa-tra-etica-digitale-e-follia-fare-squadra-linnovazione#.VXMfjlJskwA si trova del materiale.
Ma ci fermiamo un attimo per riflettere su quanto è stato esposto ma soprattutto sull’attuale situazione.
Oggi sentiamo spesso  dagli organi di stampa notizie negative sul bel paese, bel paese come veniva chiamato anni fa, problemi sul lavoro, corruzione, lo sfruttamento dell’ambiente, raccomandazioni, mancanza di un sistema dirigenziale e di giusta meritocrazia, e nepotismo.
Per molti italiani le soluzioni sono due, o andare via dal paese, oppure lasciare tutto così com’è.
Crediamo e siamo certi che queste due soluzioni sono sbagliate, e che non sono nel rispetto dei nostri avi, che hanno lottato per i nostri diritti e per un paese migliore che oggi per la cattiva gestione sta andando sempre peggio.
Nel vedere l’intervento di Luca Attias e della sua squadra, è qualcosa di speciale, è la fiamma della speranza che si è accesa e che si deve propagare perché quello che hanno dimostrato è qualcosa di incredibile, eroico da definire.
Questi uomini , che purtroppo in Italia sono sempre meno, potrebbe fare come molti italiani, fregarsene voltare le spalle, ed invece no, sacrificano il loro tempo libero, tolgono tempo alle famiglie, hobby e lavoro perché vogliono dare un messaggio ma soprattutto vogliono cambiare questo paese in meglio.
Un tema trattato molto bene durante la sessione è “Il rispetto”, è già, perché nel lavoro o in genere in ogni situazione è importante e soprattutto doveroso rispettare l’individuo, e che un vero capo/dirigente/responsabile deve fare “attenzione alla persona” come disse anni fa proprio l’ing. Luca Attias, come etica del buon lavoro.
Oggi non solo nella PA ma anche nel privato, troviamo la mancanza di rispetto, tutti robot, tutti sfruttati, e soprattutto imprenditori spietati di avere lo straniero in nero e pagarlo poco o nulla, perché l’arricchimento non è mai troppo per colui che sta in alto.
Le persone devono comprendere che Luca sta facendo molto, e che le persone anziché ritirarsi, devono affiancarlo,  ma soprattutto partecipare, perché se ogni cittadino, ogni persona da del suo, allora potremmo far crescere questo paese, e renderlo un luogo migliore, vivibile con una qualità della vita  elevata, tutto questo sta in noi.
La tecnologia, se utilizzata al meglio può dare un valore aggiunto notevole, proprio com’è stato dimostrato in Corte dei Conti, dove sistemi di un certo modo hanno portato risultati incredibile con minori costi.
La lotta alla corruzione ed agli sprechi parte anche da quella, dal settore IT, oltre che dagli uomini giusti, proprio persone che danno il massimo, cuore, passione e soprattutto amore perché stanchi di questo paese che arranca.
A tutti i nostri lettori, invitiamo a conoscere ed informarsi quanto Luca Attias  e la sua squadra hanno illustrato durante il Forum PA, e soprattutto a seguirlo nei prossimi mesi.

Insieme SI PUO’ FARE….

18 commenti:

  1. Quelle slide sono geniali, ma possibile che nessuno se ne accorga?

    RispondiElimina
  2. Ieri è uscita su Repubblica una intervista con l'ing. Attias. Molto interessante.

    RispondiElimina
  3. Guardate qui: http://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2015/06/08/news/pubbliche_amministrazioni_maggiore_trasparenza_quando_c_lautomazione-116426407/?refresh_ce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandioso, fantastico. Ottimo, avanti tutta sono certo che questo è solo l'inizio.
      Grazie per la segnalazione Vincenzo.

      Elimina
  4. Luca sta raggiungendo l'opinione pubblica e i media sul digitale ed è il primo a farlo in Italia, diamogli tutti una mano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi siamo con Luca, avanti tutta per un paese migliore.

      Elimina
  5. Finalmente uno spazio adeguato sulla stampa

    RispondiElimina
  6. ingegner Attias dovrebbe essere intervistato al telegiornale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Maura,
      sono certo che prima o poi qualche grande tg lo intervisterà.
      Andiamo avanti.

      Elimina
  7. Francesca Cimmino18 giugno 2015 08:04

    Aiutiamo Luca a portare all'attenzione dell'opinione pubblica certi temi.

    RispondiElimina
  8. Questa è la vera corruzione!

    RispondiElimina
  9. Ogni tanto c'è qualcuno che ci da un po' di speranza che le cose possano cambiare. Complimenti ing. Attias.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ing. Luca Attias è la nostra grande speranza. SI PUO' FARE.

      Elimina
  10. Pare ci sia anche un articolo su Repubblica, io però non l'ho trovato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe,
      hai scritto bene, qui http://www.repubblica.it/tecnologia/2015/06/23/news/la_corruzione_si_combatte_con_la_cultura_digitale_ecco_perche_-117513423/?ref=HRLV-8 l'articolo del giornale La Repubblica.

      Elimina
  11. Dobbiamo diffondere il più possibile il lavoro di Luca Attias.

    RispondiElimina
  12. Tutto parte dal rispetto. Bravo Attias e bravi tutti i suoi collaboratori.

    RispondiElimina